Il mondo impossibile che si avvererà

Se ancora pensate che mantelli invisibili, viaggi nel tempo e teletrasporto siano immagini da genere fantasy, ricredetevi. Secondo il professore statunitense Michio Kaku la fantascienza è molto più vicina alla realtà di quanto possiamo immaginare.

Fisico teorico, divulgatore scientifico ed autore di best seller, il professore ha dichiarato in un’intervista alla Bbc, che tra qualche decennio la scienza sarà in grado di far avverare fenomeni che oggi sono soltanto cibo per denti del genere sci-fi, “così come è successo per molte delle previsioni fatte in passato dagli scrittori di fantascienza”.

Cofondatore della Teoria dei campi (un ramo della Teoria delle stringhe), a cui spesso si da il nome di “Teoria del tutto”, le ricerche del professor Kaku si inseriscono nel solco di quelle già iniziata da Albert Einstein, tese ad unificare le quattro forze fondamentali della natura in un’unica teoria.

Nel suo ultimo libro, Physics of the Impossible, pubblicato a marzo dello scorso anno, il dottor Kaku analizza dal punto di vista scientifico fenomeni come l’invisibilità e il viaggio nel tempo. E l’affascinate conclusione a cui giunge è che molti di questi fenomeni sono perfettamente coerenti con le note leggi della fisica. Renderli attuabili sarà soltanto una questione di tempo.

Prendiamo l’invisibilità, da sempre uno dei temi preferiti del genere fantasy e fantascientifico, da Star Trek a Harry Potter. Ebbene, secondo Kaku ci sono al momento degli “ostacoli tecnici” che ci impediscono di realizzarla, ma ciò non significa che è impossibile. Tutt’altro.

Per quanto riguarda il teletrasporto poi, le ricerche sono ad una fase ancora più avanzata.  Primissimi esperimenti su questo versante sono già avvenuti su scala atomica, quando dei fotoni (particelle della luce) sono stati trasportati attraverso il Danubio. Finora il record mondiale di teletrasporto è di 600 m, ma stando alle opinioni del fisico statunitense, tra qualche decennio saremo in grado di trasportare molecole ad una distanza molto maggiore, se non addirittura sulla Luna. Ma attenzione, si parla sempre di molecole su scala atomica, e dunque per teletrasportare gli esseri umani ci vorranno ancora molti secoli.

E il viaggio nel tempo? “Costruire una macchina per viaggiare tra passato e futuro è in principio possibile”, continua ancora il fisico.

Rimane tuttavia da risolvere un problema di natura logica, quello che nella letteratura fantascientifica viene definito il “paradosso del nonno”: se un nipote torna indietro nel tempo e uccide suo nonno, in questo caso lui non sarebbe potuto nascere. Ha dunque viaggiato nel tempo oppure no?

Il dottor Kaku ha la soluzione. Sebbene concordi con la teoria di Einstein, secondo cui il tempo è come il corso di un fiume, sostiene che oggi la scienza vede in questo fiume dei vortici che causano una biforcazione in due diversi corsi. E proprio in una di queste biforcazioni, ovvero in un universo parallelo, che secondo lui può esistere una altra realtà storica, dove tuttavia il passato non può essere alterato. “Non è possibile viaggiare nel tempo e uccidere i propri genitori” afferma il professore, “ecco perchè la linea del tempo si manterrà integra”.

Affermazioni azzardate o no, la visione del professor Kaku non ammette disfattismo. “Ė pericoloso parlare di impossibile. Quello che manca al mondo scientifico è una giovane generazione di scienziati del futuro. Realizzare il mondo impossibile sarà la loro sfida”.

Di Maria Teresa Sette
From Wired.it

This entry was published on August 27, 2009 at 5:18 pm. It’s filed under Italian and tagged , , , . Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: