E così si conclude la missione spaziale di Toy Buzz

In Florida fervono i preparativi per accoglierlo in pompa magna, e l’attesa si fa sempre più impaziente. Ma ormai mancano solo poche ore e l’astronauta-star atterrerà, insieme ad altri sette membri dell’equipaggio, a bordo del Discovery.

Rimasto ben 467 giorni presso la Stazione Spaziale Internazionale, Buzz Lightyear passerà alla storia come il cosmonauta che ha battutto tutti i record mai raggiunti per tempo di permanenza in orbita.

Lui è un Toy. Si si, avete capito. Alto 30 cm, Buzz (dal nome del suo illustre collega, quello in carne ed ossa si intende) è una delle star del celeberrimo film d’animazione di Pixar.

Partito in missione per la Nasa, il Toy Story star si trova sulla Stazione Spaziale Internazionale dal giugno del 2008. La sua partecipazione alla missione spaziale si è inserita nell’ambito di un programma didattico, frutto della collaborazione NASA-Disney, che prevedeva le riprese di un video.

Un portavoce della NASA ha raccontato che Buzz ha mantenuto “un low profile” per tutto il corso della missione, sebbene, nelle ultime settimane, il Toy celebrity si è dovuto sottoporre a lunghe ed “estenuanti” ore di riprese.

Tra le scene più divertenti, c’è quella in cui il nostro Toy va a dormire con uno degli astronauti che, addormentatosi, rallenta la presa, facendolo volteggiare per aria e andare a sbattare contro le pareti, mentre un altro membro dell’equipaggio lo rincorre per la stanza per acciuffarlo.

Povero Buzz. Ma le sue peripezie non saranno state vane. Lo scopo del video, voluto da NASA e Disney Parks, sarà infatti quello di incoraggiare i ragazzi a intraprendere gli studi scientifici e tecnologici.
Per il mese prossimo Disney World in Florida sta organizzando una parata di bentornato, e a festeggiarlo ci sarà anche lui: Buzz Aldrin.

Ma se proprio non riuscirete a prendere parte ai festeggiamenti, consolatevi. Il 24 settembre 2010 avrete infatti la possibilità di vedere la star astronauta sul grande schermo, con l’uscita in Italia di Toy Story 3, presentato proprio in questi giorni alla Mostra del Cinema di Venezia. (Ma quando lo avrà avuto il tempo di girare anche il film?).

L’atterraggio del Discovery avverà, salvo imprevisti, alle 23.48 (o come seconda alternativa l’1.23) ora italiana di oggi, dopo che, a causa del maltempo, la Nasa ha deciso di rimandare l’atterraggio dello shuttle previsto per ieri nel centro spaziale Kennedy, in Florida.

From Wired.it
Cited as reference in Wikipedia

This entry was published on September 11, 2009 at 9:06 pm. It’s filed under Cinema, Italian, Science, Society and tagged , , , . Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: