Firenze va al ritmo della digital art

È partito il conto alla rovescia. Ancora due giorni e l’ottocentesca stazione ferroviaria di Firenze si trasformerà nel palcoscenico della nuova musica elettronica e delle arti digitali.

Dal 17 al 19 settembre 2009 parte la quarta edizione di Nextech Festival, realizzato da Musicus Concentus, Intooitiv, Tenax e Stazione Leopolda Srl, con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze, nell’ambito delle attività di FI.ESTA 2009.

Concerti e dj set, dall’ora dell’aperitivo fino a notte inoltrata, intratterranno gli spettatori entro l’ambientazione suggestiva della Stazione Leopolda, che con le sue imponenti navate costituisce la location ideale per suoni e immagini della contemporaneità.

Le proposte di Nextech Festival documentano le tendenze della musica elettronica ed i vari legami con le altre musiche dell’universo giovanile, dai ritmi più innovativi del nightclubbing ai nuovi linguaggi della ricerca sonora, alternando artisti internazionali ed italiani. Ai concerti e dj set si affiancheranno proiezioni ed installazioni che sottolineano la vocazione interdisciplinare della musica d’oggi.

Ad inaugurare al prima serata del 17 saranno gli artisti dell’etichetta Wall Of Sound, marchio inglese attivo tanto negli ambiti dell’elettronica e dell’ambient che in quelli delle scene indie ed hip hop. Il Festival fiorentino gli dedica un’intera serata per celebrare i quindici anni di attività dell’etichetta, e per l’occasione sarà presente il fondatore Mark Jones, produttore, musicista e dj, collaboratore della prima ora di Kruder e Dorfmeister, Basement Jaxx e Larry Head. Seguiranno Will White dei Propellerheads, di cui si ricordano la colonna sonora del film Matrix e la brillante collaborazione con Shirley Bassey; Ocelot, un nuovo nome del marchio Wall Of Sound, considerato erede di Tiga e già remixer per Deadmau5 e Royksoop; Dr. Lektroluv, il celebrato dj dalla maschera verde, alfiere dei ritmi scatenati del Pianeta Elektrik.

Gli eventi del Festival accompagneranno i partecipanti fin dal pomeriggio con gli Aperitivi Sonori, ad ingresso gratuito, e dedicati quest’anno alle nuove realtà della scena elettronica fiorentina, con il live per The Clover ed i dj set di Uai & Ponz e Teo Naddi.

L’ingresso dei programmi serali invece è a pagamento, e per chi non avesse ancora acquistato il biglietto, c’è ancora tempo per registrarsi sul sito del Festival e prenotarli a prezzo ridotto, ricevere aggiornamenti, newsletter e consultare il programma completo con schede, musica e video degli artisti.

Di Maria Teresa Sette
From Wired.it

This entry was published on September 15, 2009 at 8:52 pm. It’s filed under Arts, Blogosphere, Italian, Society and tagged , , , , . Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: