Misure di sicurezza ad alta tecnologia per le Olimpiadi di Londra 2012

Il parco olimpico di Londra 2012 sará una “fortezza virtuale” che permetterá l’accesso esclusivamente al personale sottoposto prima a scanner biometrico e riconoscimento dell’iride.

A partire da questa settimana, secondo quanto riportarto dallObserver, macchine in grado di riconoscere la mano e l’iride saranno installate nei diversi punti d’ingresso del sito, che ricopre una superficie di 2,5 km².

Ad essere passati al vaglio degli scanner saranno tutti i lavoratori impegnati nella costruzione del parco olimpico, delle strade e delle infrastrutture attorno al perimetro. Le nuove misure di sicurezza ad alta tecnologia per quello che è considerato uno dei maggiori target del terrorismo internazionale hanno giá sollevato le prime perplessitá da parte dei gruppi per i diritti civili.

Tessa Jowell, il ministro per i lavori olimpici, ha dichiarato che la decisione è stata presa considerando gli anni di esperienza da parte del governo britannico sia nel far fronte ai pericoli del terrorismo che nell’ospitare grandi eventi sportivi e culturali.

Lo scanner della mano è in grado di controllare fino a 5 mila lavoratori in un’ora e sará usato insieme a smart card fotografiche. Mentre il sistema per il riconoscimento dell’iride sará attivato come alternativa solo quando necessario.

Al momento sono 4,500 i lavoratori impegnati nella costruzione del parco olimpico, ma ci si aspetta il doppio del personale entro la fine del 2010.

I nuovi sistemi di controllo biometrico si associano ad altre misure di sicurezza giá introdotte all’interno del sito olimpico, che includono – oltre ai controlli dei documenti da parte di ufficiali dell’Agenzia dell’Immigrazione – una barriera elettronica alta 4 m che circonda l’intero perimetro e CCTV intorno a tutto il parco.

Di Maria Teresa Sette
From Wired.it

This entry was published on October 12, 2009 at 11:23 pm. It’s filed under Civil rights, Italian, Politics, Society, Tech world and tagged , , . Bookmark the permalink. Follow any comments here with the RSS feed for this post.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: